Vere ragioni perche scegliamo la F.U.T. (TECNICA CON ESCISSIONE DI UNA PORZIONE DI CUOIO CAPPELLUTO)

Molto spesso i c’è richiesto il METODO FUE per il trapianto dei capelli poiché attira i pazienti con il fatto che non è eseguita l’escissione della striscia di cute dalla regione nucale e la conseguente cicatrice (Negli ultimi anni usiamo la sutura tricofitica, dove i capelli possono crescere all’interno della piccola cicatrice rendendola la più sottile in assoluto un tempo, il timore era giustificato perché suture differenti potevano lasciare una cicatrice più visibile) Nella tecnica da noi usata La porzione di tessuto prelevato dalla parte posteriore del capo è frazionato in singole unite follicolari e la visione tridimensionale da parte del chirurgo permette di frazionare la striscia con una perdita minima del tre massimo cinque per cento dei bulbi mentre la tecnica differente fue non permette una visione tridimensionale del cuoio cappelluto, ma i bisturi circolari non potranno mai avere la precisione ottenibile poiché il diametro stesso taglierà non il singolo follicolo ma spesso ciuffetti che tendono a far apparire il famigerato effetto bambola.

Aggiungiamo che spesso il bisturi circolare danneggia i bulbi e possiamo affermare incontestabilmente che questa tecnica eseguita CON IL BISTURI CIRCOLARE (FUE) ha un indice di mortalità dei bulbi del VENTICINQUE TRENTA PERCENTO mentre come illustrato in precedenza la mortalità dei bulbi, con la nostra tecnica è pari al TRE, CINQUE PER CENTO.

Possiamo affermare che la tecnica fue può rilasciare ampie cicatrici circolari sulla zona donante specialmente in caso di soluzioni economiche che non garantiscono un ricambio costante dei bisturi circolari.

Da noi sono venuti pazienti che presentavano cicatrici rotonde (appunto del bisturi circolare) nella zona donante e che presentano ciuffetti nelle zone dove la pozione di pelle prelevata era collocata la differenza tra cicatrici e ciuffetti posizionati, era superiore al quaranta per cento ciò dimostra una perdita effettiva di una grande quantità di bulbi prelevati.

fue foto

 

fue-nipping

notizie dal mondo della ricerca

 

CLONAZIONE: IL FUTURO DEL TRAPIANTO DI CAPELLI


Grazie alla clonazione, recuperare i capelli perduti sarà più facile. La tecnica consiste nel prelievo di un piccolo campione di pochi millimetri di diametro di cuoio capelluto dalla parte posteriore del collo, sufficiente ad ottenere in laboratorio migliaia di cellule responsabili della crescita dei capelli.

Le cellule in coltura al termine di sessanta giorni sono pronte ad essere impiantate nuovamente nel cuoio capelluto. Queste cellule potrebbero inoltre essere conservate in "banche" che ne consentirebbero un utilizzo anche in tempi successivi a seconda quindi delle necessità della persona. I risultati di questa nuova tecnica possono essere osservato a distanza di sei mesi dall'intervento.

Varie sperimentazioni sulla clonazione sono in corso; l' utilizzo clinico sembra ormai imminente. Questa procedura permetterà di integrare le attuali tecniche di trapianto di unità follicolari per raggiungere entità di rinfoltimento ottimali. Dietro la linea anteriore ricostruita con la "tecnica FUT" potremo con una rapida serie di micropunture del tutto indolori "seminare" tutto il cuoio capelluto calvo o diradato per una ricrescita omogenea.

Non c'è dubbio che questa tecnica rappresenti un prodigioso salto di qualità. Per ora è in fase di test: solo diciannove persone sono state sottoposte all'impianto, undici delle quali hanno ottenuto risultati soddisfacenti, con una probabilità del 66% di successo.



Siamo accreditati presso Medico Fiduciario del Consolato Generale D'Italia Buenos Aires ARGENTINA

SALUS CHIRURGIA ESTETICA

Coordinamento Italiano:   02/45076607   ORARIO UFFICIO

FESTIVI  02/87158497

TELEFONO 24 ORE SU 24       005491137731068

info@chirurgiaesteticasalus.com direzionebuenosaires@chirurgiaesteticasalus.com

MILANO  Via Voghera 9/a     Sede Amministrativa